O Clássico

Ce ne sono tanti nel modo… ma quello che amo maggiormente… è Benfica Porto in rigoroso ordine alfabetico. La tradizione contro l’innovazione tra le due società più blasonate del Portogallo che rappresentano appunto le due maggiori città Lusitane. Tradizione contro Innovazione dicevo ed una tradizione che, dal punto di vista nazionale, sta pian piano riguadagnando terreno. Dopo lo smacco del 2013 con il Porto che soffia il titolo alle Aquile alla penultima giornata, il Benfica ha reagito dominando la scorsa stagione e facendo incetta di titoli. In questa le cose non sembrano cambiate. Il Benfica vola e alla XIII giornata ha 34 punti contro i 28 del Porto che deve vedersela con il V. Guimaraes (stesso punteggio). Nonostante la forte penalizzazione economica dovuta al fallimento della Banca principale sponsor del Benfica, la squadra di Jesus non pare risentire del contraccolpo. In Europa la musica è diversa, ma in tre anni le Aquile hanno sempre fatto una discreta figura sia in Champions che in Europa League. Il Porto ha più soldi e una rosa tecnicamente più forte del Benfica, lo dimostra la loro qualificazione agli ottavi di Champions eppure il Benfica sa gestire i giocatori in maniera incredibile, proprio nella partita di ieri Julio Cesar, scaricato dal nostro campionato, ha fatto una partita fantastica e anche la sua intera stagione è al di sopra delle righe. E come lui Salvio, ala destra argentina definitivamente esploso. Ieri il Porto ha giocato meglio e ha dominato eppure il Benfica ha vinto perché questa squadra sa capitalizzre al meglio ogni risorsa che ha.
(Visited 10 times, 1 visits today)

Potrebbe piacerti anche Altri di posts di quest autore

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com