Artigiani del Calcio

DelPieroBergomiIn questo clima di ribaltoni e piazze pulite, dove si cerca di cambiare tutto perfino la Costituzione più bella del mondo, nel Calcio si guarda al passato alla ricerca, nei vari club, di un’identità persa per strada. Non ci sono soldi e piazze storiche come Milano li cercano ad Oriente. L’Inter, fedele al suo nome, fa da Marco Polo del Brand Serie A e diventa Cinese, Il Milan tentenna ma alla fine, per necessità, cederà, ultimo simbolo di un berlusconismo che non c’è più. La Fiorentina cerca Rui Costa come DS perché rappresenta il Viola esuberante degli anni novanta e non “pesa” come Antonioni, per la serie: bandiera sì, ma che non rompa troppo le scatole! In questo marasma ci sono porte che si aprono e occasioni che si spalancano, ma non per i singoli affamati di ribalta, ma per poter tornare a fare Calcio. Quando manca la pecunia è l’ingegno e l’arte di cavare ragni da qualsiasi buco che la fa da padrona e in questo noi Italiani non siamo secondi a nessuno. Proprio nelle difficoltà abbiamo tirato fuori il meglio di noi stessi e ci abbiamo campato per decenni. Ora è il momento di farlo anche con il gioco che amiamo di più.

PeruzziBaggioBisognerebbe dare la possibilità ai nostri Campioni del passato, glorioso o meno, di lasciare la giacchetta dell’inutile commentatore sportivo (che viene anche silurato se utilizza un linguaggio da Mister – senza capire che la gente lo ama proprio per quello) o l’oblio mediatico e tornare a fare quello che sanno fare e cioè Calcio. Magari proprio ripartendo da quella “maglia Azzurra” (che i vari sponsor tecnici tendono a scolorare non capirò mai perché). Mi auguro che Mister Lippi, vada ad ascoltare i vari Baggio, Vialli, Peruzzi, Cannavaro, Bergomi, Del Piero, Marcheggiani, Zola, Di Matteo, Casiraghi, Gentile etc. per capire se hanno idee e se le hanno come portarle avanti e farle interagire con le sue, per un calcio… migliore che sia più genuino e nostrano come quei “prodotti” che tutto il mondo ci invidia, mettendo da parte risentimenti passati e poter mettere le basi per il futuro. Da sempre poggiamo sulla nostra storia, ci accusano di essere troppo attaccati al passato e allora facciamolo fruttare, perché gente come quella non è abituata ad essere riserva di nessuno e di calcio qualcosa ne sa!

(Visited 7 times, 1 visits today)

Potrebbe piacerti anche Altri di posts di quest autore

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com